Risparmiare il 100% sul conto corrente, avere un iban gratis



== AGGIORNAMENTO GIUGNO 2017 ===
Un nostro lettore ci ha segnalato un altro metodo per ottenere un IBAN con conto corrente completamente gratuito: abbiamo verificato ed è gratis al 100% (niente spese, niente bolli, niente costi di attivazione), comodamente online a questo link:

Apri Conto Widiba. Ricevi subito buoni Amazon fino a 500 euro 

Ringraziamo per la segnalazione del servizio Widiba. Buona lettura 🙂

Sapevi che i libretti di deposito a risparmio nominativi hanno il codice IBAN?

Io l’ho scoperto da poco e guarda caso ho chiesto alla mia banca di aprirne uno.
Basta andare allo sportello e chiedere esplicitamente un libretto di deposito a risparmio nominativo,
con l’ intenzione di depositare i propri soldi presso la banca.
Dopodichè si chiede l’IBAN associato al libretto, che ti viene stato stampato su un foglio come ricevuta di apertura.
Io ho fatto e lo consiglio anche a te per vari motivi:
  •  il risparmio.. questo tipo di libretti non costa nulla (neanche il bollo statale), anche perchè non posso permettermi un conto corrente
  •  percepisci comunque gli interessi sulla somma che hai depositato. 
  • Hai un IBAN come un conto corrente normale, quindi puoi farti accreditare il tuo stipendio lì sopra perchè avendo l’iban puoi ricevere qualsiasi tipo di accredito. 
In pratica ti sto dicendo come puoi aprirti un c/c gratuitamente… cosa aspetti?
LEGGI ANCHE:   Risparmiare sull'automobile: le alternative all'automobile

6 thoughts on “Risparmiare il 100% sul conto corrente, avere un iban gratis

  • 11 marzo 2012 at 9:04
    Permalink

    In quale banca ti hanno detto che è gratis? Ho visto su diverse banche e c'è una spesa di 24 euro l'anno… Che banca è la tua? Grazie e ciao

    Reply
  • 18 marzo 2012 at 15:33
    Permalink

    ma tu hai chiesto un libretto di DEPOSITO a risparmio nominativo? in molte banche di creedito cooperativo questo servizio ha un costo quasi nullo.

    inoltre,
    nel nuovo decreto monti:

    "Viene anche confermata l’estensione del bollo ai libretti di risparmio, sia quelli bancari che postali. Ricordo che per i conti di deposito nulla cambia in considerazione del fatto che IL BOLLO LO PAGA LA BANCA."

    Ciao spero di esserti stato utile

    Reply
  • 7 aprile 2012 at 11:30
    Permalink

    Ciao in che banca lo fanno?

    Reply
  • 11 agosto 2012 at 16:58
    Permalink

    Hai ragione, io l'ho scoperto qualche tempo fa quando il mio datore mi disse che dovevo aprirmi necessariamente un conto corrente per accreditarmi lo stipendio. C'è da dire che la filiale B.A.P.R. è stata onesta e capendo cosa realmente mi serviva non mi ha aperto un conto, ma mi ha dato semplicemente quel foglietto con l'iban. Altre banche del mio comune invogliano la clientela a farsi un conto corrente per ragioni ben chiare, evitando di dire quello che hai scritto tu.

    Reply
  • 7 dicembre 2012 at 21:22
    Permalink

    Attenzione anche le poste italiane ti aprono un libretto nominativo con IBAN ma il codice è valido solo per accredito emolumenti di enti pubblici, non puoi ricevere un bonifico da altri

    Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condivisioni