Il drammatico addio di Giletti

Massimo Giletti e la notizia che ha lasciato sconvolti i telespettatori

Presto i telespettatori, dovranno dire addio a Massimo Giletti. Infatti il noto conduttore televisivo, dopo essersi rilanciato nel canale televisivo La7, sembra essere certo di tornare alla Rai.

I telespettatori, non hanno potuto far a meno di notare ciò che ha detto. Le parole pronunciate alla fine dell’ultima puntata di Non è l’arena sono:

Sono stati quattro anni straordinari vissuti qui su La7

Suona come un addio, le voci si rincorrono: il giornalista tornerà in Rai? Fonti ben informate, fanno sapere che il suo ritorno in Rai è scontato, e che dopo essersi “rilanciato” con La7, tornerà da mamma Rai, dove – dicono i ben informati – gli hanno già promesso la conduzione di un programma in prima serata.

Il ritorno in Rai?

Il saluto ha lasciato poco spazio alle interpretazioni,

Questa è stata l’ultima puntata di ‘Non è l’Arena‘. Sono stati quattro anni straordinari vissuti qui su La7. Vi auguro una felice estate. Ad maiora. Grazie“,

In sottofondo, ha scelto di mandare un brano di Vasco Rossi che recita: “Non è facile pensare di andar via/E portarsi dietro la malinconia”.

Qualcuno è convinto che la destinazione finale sia Rai 2, che potrebbe affidargli la serata del giovedì per costruire un programma d’informazione che conquisti il pubblico, dopo vari tentativi falliti.

Poi, nell’intervista ha anche raccontato di come si sente ora che è sotto scorta:

Vivo da un anno sotto scorta per le minacce di morte della mafia” ha raccontato in un’intervista a Oggi. “È un’esperienza che ti cambia dentro. E non in meglio. Non è paura. È una sensazione di malessere più sottile. Mi addolora la quasi totale mancanza di solidarietà che ho avvertito intorno a me. E mi indigna che abbia dovuto scoprire dai giornali di essere finito nel mirino dei clan per la mia battaglia contro le scarcerazioni dei boss“,

RICEVI IL TUO REDDITO DI EMERGENZA – 780€ al MESE

Inserisci i dati e ricevi ora!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condivisioni