La storia di Alessandra e il nuovo sintomo del coronavirus: “Sto impazzendo”

Il coronavirus può farti impazzire?

A sentire la storia di Alessandra sì, gli ex positivi al coronavirus possono avere anche problemi di natura psicologica.

Alessandra ha contratto il coronavirus, ma a seguito di ricoveri, primi cure, e attenzione, è riuscita a risultare negativa.

A dire la verità, Alessandra è negativa dal 24 di ottobre.

Eppure oggi, a distanza di quasi 3 mesi, continua a riscontrare diversi sintomi del virus.

Anzi, uno di questi le è definitivamente entrato nel cervello.

Per questo, non usa mezzi termini nella sua intervista a FanPage.it

Sto letteralmente impazzendo. I medici non riescono a spiegarsi la causa”

“Sto impazzendo per colpa del coronavirus”, la storia di Alessandra

La storia di Alessandra inizia come tante tra gli individui che hanno contratto il coronavirus.

Inizia a riscontrare i primi classici sintomi, come la perdita del gusto e la perdita dell’olfatto.

Successivamente, arrivano i primi sintomi influenzati.

Infine, l’esito che non voleva mai sentire: Alessandra è positiva al coronavirus.

Sono stati giorni pesanti per lei, tra la quarantena e una famiglia da mandare avanti. Grazie ai suoi sforzi e all’impegno del personale ospedaliero, però, Alessandra riesce a guarire, a tornare negativa, e riabbracciare la sua famiglia.

L’incubo, però, sembra non essere finito.

Sto letteralmente impazzendo. Ho un nuovo sintomo, che non avevo mai sentito da nessuno. Mi sono iscritta a tanti gruppi su Facebook per capire se fossi l’unica, ma così non è”.

 

Il nuovo sintomo di Alessandra causa problemi psicologici

Alessandra aveva fortemente perso il senso dell’olfatto, durante i suoi giorni da positiva.

Infatti, il coronavirus intacca diverse cellule in maniera letale. Il corpo, una volta sconfitto il virus, provvede a rigenerarle.

Il cervello, però, ha bisogno di tempo per familiarizzare con le nuove cellule. Inoltre, deve anche ricongiungere le nuove cellule al ripristino degli odori.

Per Alessandra, negativa dallo scorso ottobre, questo non è avvenuto.

“Sento una costante puzzo di fumo, di bruciato, nel naso nella gola e nella mia testa. I medici non se lo sanno spiegare“.

A cosa assomiglia questo nuovo sintomo?

“Sembra che odori sempre puzza di sigaretta spenta. Eppure, io non ho mai fumato e mio marito ha smesso da 15 anni. Sto letteralmente impazzendo, non riesco a godermi più niente perché questo odore forte non va più via”.

Avete mai sentito una storia come quella di Alessandra? Cosa ne pensate?


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Condivisioni