Bruttissimo incidente stradale

Bari: bambino di 8 anni muore in seguito a tamponamento

La tragedia

Un bambino di otto anni è morto in seguito ad un tamponamento stradale avvenuto sulla statale 16 a Bari, all’altezza dell’ex frazione di Palese.

L’incidente è avvenuto intorno alle 19 di sabato 22 maggio sulla carreggiata in direzione sud, la stessa sulla quale viaggiava la Panda grigia a bordo della quale c’erano anche la mamma e il fratellino.

Il tamponamento sarebbe stato causato dalle code che si sono formate dopo che sull’altra carreggiata, si era verificato un incidente mortale, nel quale a perso la vita un 36 enne a bordo di un maxi-scooter. 

L’incidente mortale, sarebbe quindi da attribuire ai curiosi, che per vedere cosa era successo nell’altra carreggiata, hanno causato questo incidente mortale.

L’altro bimbo e la donna, portati anche loro in ospedale in codice rosso, non sarebbero in pericolo di vita.

Stando ad una prima ricostruzione fatta dagli agenti della Polizia locale intervenuti per i rilievi, si sarebbe trattato di un tamponamento.

I soccorritori hanno affermato: “Aveva un’importante emorragia interna, non abbiamo potuto fare nulla

L’incidente dello scooter

Come detto poco fa, nella carreggiata opposta, c’è stato anche un incidente in cui ha perso la vita un 36 enne a bordo di uno scooter.

La vittima è Lorenzo Schingaro, barese, aveva 36 anni: ha perso la vita in un incidente avvenuto sulla statale 16 all’altezza di Palese.

Lorenzo era alla guida di un grosso scooter, quando per cause ancora da accertare avrebbe perso il controllo del mezzo, cadendo con violenza sull’asfalto.

Lorenzo era dipendente dell’Amiu. Familiari, amici e colleghi sono ancora scossi e increduli. “Eravamo amici da una vita, un bravissimo ragazzo“, lo ricorda un collega. “Era un ragazzo sensibile, dolce e affettuoso con tutti e sorridente“, un’amica dell’uomo scrive sui social: “Fai buon viaggio Lorenzo

RICEVI IL TUO REDDITO DI EMERGENZA – 780€ al MESE

Inserisci i dati e ricevi ora!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condivisioni