Dopo la depilazione il coma: “Attenzione donne”

Si depila la zona inguinale, dopo pochi giorni il coma. Donne, fate attenzione

Questa storia che vi raccontiamo potrà essere utile a milioni di donne, e potrà salvarne moltissime.

Ciò che è accaduto a questa donna ha dell’incredibile.

Dana Sedgewick se l’è vista proprio brutta, in seguito ad una depilazione nella zona inguinale.

In estate, molte donne decidono di depilarsi, complice il bikini che mette in risalto gran parte del nostro corpo.

Ma dobbiamo sempre fare attenzione quando andiamo a trattare queste zone delicate: infatti, quello che ha passato Dana Sedgewick, una donna di 44 anni che aveva deciso di depilarsi le zone intime per una giornata in spiaggia, se l’è vista veramente brutta.

Il coma, e ciò che ha rischiato

Poco dopo aver terminato la ceretta, Dana ha visto comparire un piccolo brufolo sulla caviglia, ma non si è preoccupata per questo.

Quel puntino, però, non smetteva di sanguinare e non guariva. Dopo 2 giorni cominciò a provare un malessere generale e nausea. I sintomi peggiorarono giorno dopo giorno finché non si decise ad andare in ospedale.

I medici prelevarono un campione della zona interessata e la sottoposero a terapia antibiotica. Poche ore più tardi la figlia Megan la trovò incosciente sul letto, con le gambe completamente ricoperte da un’eruzione sanguinosa. La trasportò subito in ospedale

Dana aveva contratto una Fascite necrotizzante

I batteri erano penetrati nella pelle, attraverso un graffio o un taglio, distruggendo il tessuto circostante. Le sue gambe erano ricoperte di pelle nera che si rompeva. I medici non sapevano se sarebbe sopravvissuta.

Gli organi cominciarono a indebolirsi per la situazione, ed ha avuto diversi arresti cardiaci. È stata in coma per 9 giorni e non sapeva cosa fosse successo.
Le parole di Dana sono senza dubbio da prendere in considerazione:

“Le mie gambe erano coperte di bende e ho pensato di aver avuto un incidente. Poi il dottore mi chiese se mi ricordavo di essermi depilata e mi ricordati tutto. La rasatura era stata la causa dell’infezione. I muscoli erano indeboliti e intorno alla caviglia si era creato un buco. Mi veniva da vomitare. Le cicatrici sulle mie gambe saranno un promemoria eterno di quanta fortunata sono stata per non essere morta”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Condivisioni