Dpcm 3 dicembre: possibili parziali riaperture di negozi e ristoranti

Emergono nuovi importanti aggiornamenti in merito al lockdown natalizio.

Il Governo sta lavorando sodo in questi ultimi giorni per apporre delle modifiche agli ultimi DPCM.

Come tutti sappiamo, il Natale è alle porte. Una festività unica, che porta con sé tradizione, ma anche spostamenti, riunioni, e shopping frenetico.

Tutto questo è facilmente prorogabile in casi estremi come quello che stiamo vivendo ora. Il coronavirus ci ha imposto a mettere un freno alle nostre abitudini, e stiamo facendo di tutto per fare dei piccoli sforzi e sacrifici.

Nonostante ciò, il 3 dicembre potrebbe esserci un nuovo DPCM che ci farà capire come potremmo trascorrere il periodo natalizio.

Coronavirus e Natale, il nuovo DPCM

Il 3 dicembre è la data da segnare sul calendario.

Ovvero, sarà il giorno (probabilmente) in cui Giuseppe Conte emanerà il nuovo DPCM che stabilirà le linee guida e le norme comportamentali da adottare per il mese di dicembre, a ridosso della festività del Natale.

Secondo le nostre indiscrezioni, il Governo sta ancora vagliando la proposta.

Nulla di ufficiale, dunque, ma dalle fonti ministeriali filtra ottimismo su come sarà questo DPCM e le nuove leggi al suo interno.

Il Natale ai tempi del coronavirus

Le fonti interne al Governo hanno rilasciato importanti dichiarazioni su come si svolgerà il Natale 2020.

Sono previste parziali riaperture e situazioni più morbide rispetto a ciò che stiamo vivendo in questi giorni.

Queste le nuove normative:

  • passaggio di tutte le regioni in zona gialla o zona arancione;
  • mantenimento di alcune mini-aree rosse;
  • centri commerciali aperti nel fine settimana;
  • proroga di apertura dei negozi fino a sera;
  • coprifuoco nazionale che può slittare di 1-2 ore.

Tutto ciò, ovviamente, sarà soggetto di ulteriori valutazioni nei prossimi giorni.

Questo perché dovrà essere monitorata la situazione contagi e, soprattutto l’indice RT. Esso dovrà rimanere stabilmente intorno all’1 (meglio se più basso), altrimenti tutte queste nuove aperture non potranno essere messe al vaglio.

RICEVI IL TUO REDDITO DI EMERGENZA – 780€ al MESE

Inserisci i dati e ricevi ora!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condivisioni