Scossa di terremoto in Italia: la terra trema ancora

La terra ha tremato nuovamente.

L Italia possiede, purtroppo nostro malgrado, una storia sismica particolarmente preoccupante.

Inutile ricordate tutti i terremoti che il nostro Paese ha dovuto affrontare. Nell’Irpinia, in Abbruzzo, ad Amatrice

Purtroppo, la conformazione morfologica dello Stivale preoccupa alcune zone dell’Italia, che si trovano a un elevato rischio sismico.

E proprio per questo, la preoccupazione per ogni minima scossa sale alle stelle. Ancor di più quando le scosse vengono avvertite da diversi comuni confinanti (come in questo caso), e quando la gente si riversa nelle strade (un’immagine che anche questa volta abbiamo dovuto vedere).

L’allerta rimane molto alta, e si stanno stimando i danni causati dalla scossa di terremoto.

In questo periodo di grandi difficoltà, è normale pensare subito al peggio e aspettarsi di tutto.

Ma gli italiani hanno un cuore forte, e con tutto il loro spirito di iniziativa, verrà superata anche questa storia.

L’Italia ha tremato ancora

L’orologio non ha ancora scoccato le ore 16:00, che i cittadini del Centro Italia vengono catapultati in istanti di terrore.

L’Italia trema, e la terra sotto ai nostri piedi non sembra così stabile.

Ci troviamo a Borgo San Lorenzo, comune confinante con Vicchio, nella provincia di Firenze. Sono le 15:55 quando viene registrata una scossa di terremoto di magnitudo 3.1, e l’epicentro si trova esattamente a Mugello.

Centinaia di cittadini si riversano così per le strade, come è di prassi per evitare danni alle persone o comunque ai membri delle famiglie. C’è chi scende scalzo, chi in vestaglia, chi con i bambini sotto braccio.

La preoccupazione inizia a salire, e l’ansia è concreta: si teme una nuova scossa.

Per fortuna, ne sono arrivate altre, anche se impercettibile e che non hanno causato danni.

I danni dell’ultimo terremoto

La scossa viene percepita distintamente da tutta la provincia di Firenze, in particolare dai Comuni di Vicchio e Borgo San Lorenzo.

Anche altre zone del Centro Italia hanno comunicato di aver sentito la scossa alle 15:55.

Per fortuna, non sono stati registrati danni, soprattutto nella zona dove si temeva di più: l’ospedale.

Per ora non viene registrato alcun danno da nessuna parte, mentre l’ospedale comunica di aver preso tutte le necessarie precauzioni in tempo.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Condivisioni