Tragedia a Sesto San Giovanni

Terribile tragedia a Sesto San Giovanni: muore 13 enne

Una terribile tragedia si è consumata a Sesto San Giovanni, in provincia di Milano.

La tragedia ha scioccato l’intera Sesto San Giovanni, lasciando un profondo vuoto, ed un dolore incolmabile nei genitori del bambino, ed in tutti i suoi amici.

Il dramma si è verificato nel giro di pochi secondi, e nonostante la corsa in ospedale, per il giovane non c’è stato nulla da fare.

Fabio Mosca, è morto a soli 13 anni, in seguito ad uno schianto in monopattino, prestatogli da un suo amichetto

La dinamica dell’incidente

Secondo una prima ricostruzione, l’incidente è avvenuto alle 16.15 all’altezza dell’ingresso del parco Gramsci, dove la pista si snoda tra il marciapiede, a destra, e un cordolo spartitraffico, a sinistra.

Fabio era nato e cresciuto proprio a Sesto, quel monopattino elettrico lo aveva chiesto ad un suo amico, che aveva incontrato poco distante da li. Da lì la richiesta del giovane: Mi fai fare un giro? Te lo riporto subito”

Per cause ancora ignote, il ragazzo non è riuscito a controllare il monopattino, ed in seguito ad un terribile schianto, ha sbattuto violentemente la testa.

L’allarme, è stato dato da un’infermiera che si trovava lì per caso, e che si è subito resa conto della gravità della situazione.

Il ragazzo è stato subito soccorso dagli equipaggi di un’ambulanza e un’auto medica, il ragazzo del 2008, è stato trasportato in condizioni disperate al Niguarda di Milano.

Quando i sanitari sono arrivati era in arresto cardiocircolatorio: era stato intubato sul posto e trasferito in ospedale con le manovre di rianimazione in corso nel disperato tentativo di salvargli la vita.

Ma una volta lì, purtroppo, i medici ne hanno constatato il decesso.

Una tragedia, che forse poteva essere evitata dall’uso del casco. Nell’incidente, non ci sono stati altri feriti, visto che il ragazzo ha fatto tutto da solo

RICEVI IL TUO REDDITO DI EMERGENZA – 780€ al MESE

Inserisci i dati e ricevi ora!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Condivisioni