Allarme roghi in Italia: aumentano sempre di più

Vasti incendi nel sud Italia, bagnanti in fuga. Canadair in azione in Salento: ecco cosa sta succedendo

La bella stagione è ormai alle porte: l‘Italia, dopo aver combattuto per mesi contro la pandemia da Covid-19, si sta preparando ad andare in vacanza per ritrovare la serenità persa ormai da tempo, ma purtroppo non ci sono buone notizie. Da diversi giorni infatti, in alcune aree italiane, si stanno verificando numerosi roghi, che stanno mettendo in allerta la popolazione.

Ma da cosa sono provocati questi incendi? Quali sono le cause? Una gestione non adatta di sostanze infiammabili o combustibili? Un accumulo di rifiuti? Oppure le motivazioni di altra natura, legate ad impianti elettrici difettosi? Le domande sono molteplici: per saperne di più, continua a leggere l’articolo.

 

 

 

La paura aumenta

Le cause di questo disastro che si sta verificando, sono da ricercare nel caldo improvviso di questi ultimi giorni, che ha scaturito inevitabilmente una serie di problematiche ambientali. In particola, molti incendi si sono in Puglia, più nel dettaglio nel Salento: la strada provinciale Lecce-Torre Chianca infatti è stata completamente ricoperta di fiamme, provocando non pochi malesseri. Ma non è tutto purtroppo, perché questa situazione si è estesa in altre aree, allarmando tutta la popolazione e seminando il panico generale, perché molto spesso non si sa bene come comportarsi in queste circostanze.

 

 

 

Le altre zone colpite

Coldiretti: da metà giugno 1400 incendi in Salento, a fuoco ulivi malati di Xylella - La Gazzetta del Mezzogiorno

Lo stesso disastro ambientale ha colpito anche il versante sud della costa jonica, nella parte che da Torre Vado porta fino a Pescoluse, marina di Salve. Qui la situazione è stata ancora più devastante. L’incendio infatti ha raggiunto anche la zona balneare, provocando la rottura di molti edifici. Inutile dire la reazione degli abitanti, che hanno dovuto lasciare le loro case.

Quando ci si ritrova in queste situazioni, è sempre bene cercare di restare lucidi e non farsi prendere dal panico, contattando il numero di emergenza dei vigili del fuoco. Nel mentre è bene assicurarsi che non ci siano persone in pericolo di vita, dopodiché bisognerebbe chiudere porte e finestre (se si tratta di un incendio al chiuso) e allontanarsi per non correre nessun rischio.

RICEVI IL TUO REDDITO DI EMERGENZA – 780€ al MESE

Inserisci i dati e ricevi ora!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Condivisioni