Importanti rivelazioni sul caso Pipitone

Denise Pipitone: l’anonimo scrive a Chi L’ha Visto

“Non ho parlato prima per paura”

Dopo la lettera inviata all’avvocato di Piera Maggio, Giacomo Frazzitta, l’anonimo scrive una lettera anche a “Chi l’ha visto?”

Sono 17 anni che so, non ho parlato prima per paura…”.

Così inizia la lettera dell’anonimo, una lettera che fa sperare tutta Italia che ci siano nuovi riscontri riguardo la sparizione della piccola Denise.

Denise Pipitone è sparita da Mazara Del Vallo il primo settembre 2004, e da allora ci sono state molte voci, ed alcuni avvistamenti.

Alcuni infondati, come la ragazza russa, altre, ancora al vaglio, come la bambina di Milano “Danas”

Giacomo Frazzitta, aveva rivelato di avere ricevuto una lettera anonima al suo studio contenente con:

elementi nuovi che abbiamo in parte riscontrato“. Adesso una copia di quella lettera è stata recapitata anche alla redazione della trasmissione di Rai 3 condotta da Federica Sciarelli, che in questi anni non ha mai smesso di occuparsi del caso.

Piera: “Ti aspettiamo”

Nella lettera, l’anonimo, scrive alcuni particolari su delle fasi successive al sequestro, e fa riferimento anche ad alcuni testimoni oculari, dice di essere “sicurissimo al cento per cento di quello che ho visto“.

Nei giorni scorsi l’avvocato Frazzitta, dagli schermi televisivi, aveva invitato il testimone a farsi nuovamente vivo.

Ti attendiamo, nella massima riservatezza, abbiamo bisogno di fare un passo avanti, vieni fuori in qualche modo, ma aiutaci ancora“.

Un appello ribadito in modo accorato anche dalla mamma di Denise, Piera Maggio:

Le chiedo di farsi sentire, nei modi che lei ritenga opportuno, faccia in modo di mettere fine a tutto questo dolore. Non solo noi, è l’Italia intera che glielo chiede“.

Tutta Italia spera, che anche dopo tanti anni, qualcuno parli per mettere fine a questo mistero che ci attanaglia da molti anni.

 

RICEVI IL TUO REDDITO DI EMERGENZA – 780€ al MESE

Inserisci i dati e ricevi ora!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condivisioni