Bassetti avverte tutti: la terza ondata ci sarà

 

Ci sarà oppure non ci sarà la famigerata terza ondata del coronavirus?

Questa domanda attanaglia gli italiani, che iniziano ad aver paura che questo incubo non finisca mai.

Abbiamo vissuto la prima ondata iniziata a Marzo 2020, e abbiamo risposto con il lockdown totale.

Poi abbiamo affrontato la seconda ondata, dopo l’estate, in cui tutta l’Italia ha saggiato il coprifuoco regionale.

E ora, cosa dobbiamo aspettarci?

Secondo Matteo Bassetti, il direttore della Clinica di Malattie infettive dell’ospedale San Martino di Genova, dobbiamo aspettarci un terza ondata.

Il Professor Bassetti ci spiega le cause le precauzioni da adottare per prevenire la terza ondata.

Terza ondata coronavirus, c’è il rischio in Italia?

La terza ondata del coronavirus è lo spavento più grande, attualmente, per l’Italia.

Dopo la prima ondata vissuta in primavera, la seconda dopo l’estate, lo spauracchio per una terza ondata è ancora argomento vivo.

Nelle ultime ore, Matteo Bassetti ha voluto lanciare un allarme, che ha messo paura a tutti gli italiani.

La terza ondata in Italia ci sarà. 

O, almeno, per le stime e per le immagini a cui giornalmente assistiamo, siamo già compromessi.

La causa?

Lo shopping natalizio. Resse, calche e file davanti ai negozi, la rincorsa allo sconto, gli acquisti dell’ultimo momento.

Gli italiani non stanno rimanendo nelle proprie case, e questo aumenta di tantissimo il rischio di contagio.

Matteo Bassetti ci ha avvisato. Speriamo che non sia troppo tardi.

Ci sarà prima la terza ondata o il vaccino?

Questa è un’altra domanda a cui Matteo Bassetti ha provato a rispondere.

Qualora il coronavirus continui a circolare nel nostro pianeta, la popolazione mondiale dovrà assolutamente essere tutta vaccinata, per evitare infezioni e malattie.

Ma se avverrà una terza ondata, come potremmo gestire la somministrazione dei vaccini?

Secondo Bassetti, questo è un problema palpabile.

Tra gennaio e febbraio, alcuni paesi dell’Unione Europea riceveranno le prime dosi del vaccino. L’Italia, pare, lo riceverà soltanto in primavera 2021.

Bassetti avverte: è troppo tardi!

Il Governo dovrà impegnarsi a fondo per alzare la voce e ricevere il vaccino prima della famigerata terza ondata.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Condivisioni