Smascherata la bugia dell’ambulanza che gira a vuoto per spaventare

In questo periodo complicato per tutta Italia, c’è un suono che ormai è divenuto abitudine udire durante le nostre giornate.

Ovvero il suono dell’ambulanza.

Un rumore che, soprattutto nei giorni di lockdown, interrompeva il fragile silenzio imposto dai coprifuoco e dalle restrizione causa emergenza coronavirus.

Di certo, ascoltare il riecheggio delle ambulanze non lascia presagire nulla di buono.

E infatti, la maggior parte delle volte tali veicoli si attivano per prestare soccorso ai malati di coronavirus.

Giorni caotici per tutti gli ospedali, ma anche per tutti gli operatori sanitari (paramedici, infermieri, ecc.) che sono costretti agli straordinari.

Delle ultime ore, è un video divenuto virale su uno strano comportamento di una delle tante ambulanze che girano per le città italiane, a sirene spiegate.

Ma andiamo a fare chiarezza sulla faccenda.

Il misterioso caso dell’ambulanza

Ci troviamo in provincia di Napoli.

Precisamente, tra le strade che collegano Ercolano, Torre del Greco e Portici.

Il viaggio dell’ambulanza (e dell’uomo che la inseguiva con la macchina) termine all’ospedale Maresca di Torre del Greco.

Fin qui tutto normale. Allora che cos’ha di misterioso questo viaggio dell’ambulanza?

L’utente che ha ripreso l’ambulanza ce lo spiega chiaramente: il viaggio termine a un ospedale Maresca vuoto, in una situazione di calma, con i stessi paramedici che non si affrettano a smontare lettini o a far scendere un paziente, o un malato.

Allora qual era questa emergenza che avrebbe giustificato le sirene spiegate dell’ambulanza?

C’è qualcosa sotto, di più grande, di tutta l’emergenza coronavirus che sta vivendo l’Italia?

La teoria del complotto

Sin da quando la pandemia ha preso vita, si sono formate schiere di complottisti e negazionisti.

Tali categorie, rifiutano l’idea del coronavirus che mette in ginocchio l’umanità. Secondo loro, non esiste nessuna emergenza sanitaria.

L’utente che ha registrato il video, è un noto negazionista del web.

Con il suo video, intendeva smascherare l’utilizzo delle ambulanze che girano a sirene accese: non per un malessere, o per un’emergenza.

Ma esclusivamente per incutere terrore.

La spiegazione del caso dell’ambulanza

Sono arrivate subito le smentite del Presidente del Comitato di Ercolano della Croce Rossa, Francesco Piscitelli.

Nessun complotto, nessuna spiegazione astratta.

Quella ambulanza, tornava alla base dopo aver soccorso un paziente contagiato da coronavirus bisognoso di ossigeno. Il fatto è avvenuto intorno alle 5 di mattina.

Un parente dell’uomo, ha reperito una bombola di ossigeno ancor prima degli operatori sanitari. Per questo, l’ambulanza è tornata senza paziente e senza il contesto emergenziale.

Conclusioni

Purtroppo, oggi siamo pieni di complottisti e negazionisti.

Ancor prima di gridare allo scandalo, sarebbe bene informarsi e studiare attentamente i fatti.

E di certo, gridare al complotto o alla strategia del terrore, in questi giorni, non giova proprio a nessuno.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Condivisioni