Grave lutto per Al Bano: Il Covid se li è portati via…

Al Bano sul Festival di Sanremo dichiara: "Serve rispetto"

Questa pandemia non sta risparmiando nessuno. Nemmeno le famiglie dei personaggi famosi, che hanno dovuto fare i conti con le perdite come chiunque altro. Tra queste, una delle famiglie più colpite è quella del famoso cantante pugliese Al Bano.

È lo stesso cantautore che ad un’intervista a Domenica In ha rivelato tutto il suo dolore per i famigliari che ha perso, addirittura tre in un mese. Una vera strage raccontata alla presentatrice Mara Venier che ha provato a consolarlo. Continua a leggere per scoprire cosa si sono detti nell’intervista al programma della Rai, Domenica In.

L’intervista a Domenica In

Nell’intervista a Domenica In, Al Bano si è confessato alla presentatrice veneziana Mara Venier: “Purtroppo anche qui a Cellino è arrivato quel maledetto virus. In un mese ha decimato tre mie cugine, si sono infettate tra di loro e tutte e tre sono volate via. La situazione è tragica, lo sappiamo tutti quanti. Non avevano altre patologie, stavano benissimo. La mamma l’ha trasmesso alla figlia e lei a una sua zia, moglie di un mio cugino”. Un terribile lutto per la famiglia di Al Bano. Il cantante però ora intravede un barlume di speranza grazie alla vaccinazione, lui stesso si è vaccinato lo scorso 12 Aprile dell’azienda farmaceutica statunitense Moderna ed ora è in attesa del richiamo il 12 Maggio, per i canonici trenta giorni della seconda dose.

La speranza di Al Bano

Al Bano rivela come ha speso i primi soldi guadagnati

Al Bano ha poi aggiunto: “Non vedo l’ora di tornare a girare il mondo, stare lontani dal palcoscenico è una tortura. Meno male che ho altre attività, come la produzione del vino. Il 6 di giugno avevo già previsto un concerto per i mondiali di Judo a Budapest, ma è stato cancellato.

Speriamo che il Covid si decida a morire di morte naturale come la Spagnola. Quelle immagini dei camion che portavano i morti sono incancellabili. Finché non è debellato non mi sentirei di cantare vittoria”.

Ci teniamo a fare le condoglianze alla famiglia Carrisi, con la speranza di un futuro migliore.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Condivisioni