I fidanzati di Jessica raccontano di Denise

Denise Pipitone: le dichiarazioni degli ex fidanzati di Jessica Pulizzi

Durante l’ultima puntata di chi l’ha visto, Federica Sciarelli ha mandato in onda un filmato di due ex fidanzati di Jessica Pulizzi: Fabrizio e Gaspare.

Il primo è colui che è stato intercettato a bordo del motorino e che ha pronunciato la famosa frase “Ce l’ammazzasti a chidda?”. Inizialmente il ragazzo aveva dichiarato di aver frequentato Jessica fino al 2003, ma davanti alla prova degli inquirenti, ha poi ritratto dichiarando che era il 2004.

Fabrizio in un primo momento, ha ammesso che stavano parlando della bambina scomparsa quando ha pronunciato quella frase, ma che la ragazza gli rispondeva sempre in modo evasivo.

Lui però la conosceva bene e aveva avuto l’impressione che gli stesse mentendo.

Durante il processo, Fabrizio ha ritrattato completamente il suo racconto. Infatti, ha affermato, che quel giorno stavano parlando di una  gallina di Jessica Pulizzi, e non di Denise. La frase era riferita alla probabilità di schiacciare l’animale scavalcando la recinzione.

Le sue dichiarazioni erano piene di non ricordo e di contraddizioni.

I fidanzati di Jessica

In un secondo momento, la trasmissione ha intervistato Gaspare, un altro ex fidanzato della figlia di Anna Corona.

Il giovane aveva raccontato di essere stato a casa a dormire tutta la mattina. Dichiarazioni poi smentite dalle indagini. Infatti, è stato l’unico condannato nel processo per falsa testimonianza.

Anche Gaspare aveva raccontato agli inquirenti che Jessica sapeva benissimo chi era Piera Maggio e della sua relazione con il padre Piero Pulizzi.

La ragazza aveva anche scoperto dei messaggi del padre in cui i due parlavano della bambina.

Il giorno della nascita di Denise, Jessica si era recata in ospedale ed ha raccontato durante il processo che si trovava lì perché aveva accompagnato una sua amica ad una visita ginecologica.

Il ginecologo ha però smentito la cosa, non avendo mai visitato nessuna delle due ragazze (essendo minorenni non potevano neanche essere visitate da sole)

In tanti si chiedono, perché la popolazione li difende, e non parla?

Un testimone fa luce sulla vicenda affermando:

I Corona io li ho conosciuti da vicino, ho avuto modo di conoscerli per un lungo periodo, ho lavorato con loro, parlo di lavoro sporco non lavoro pulito, a Mazara quasi tutti temono queste persone avendo traffici illeciti, queste persone si difendono tra di loro

RICEVI IL TUO REDDITO DI EMERGENZA – 780€ al MESE

Inserisci i dati e ricevi ora!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Condivisioni