L’Italia trema ancora. Tantissime segnalazioni nelle ultime ore.

Terremoto in Lombardia oggi, mercoledì 24 marzo 2021: scossa M 2.5 in provincia di Brescia| Dati INGV

Il bel paese trema nella giornata di ieri, mercoledì 24 marzo 2021. Ad annunciarlo è l’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia che ha registrato diverse scosse in varie città italiane. Tra le regioni maggiormente interessate ci sono: la Lombardia, e più precisamente nella provincia di Brescia,

la Sicilia in provincia di Catania e in Puglia in provincia di Foggia. Fino ad ora nulla di preoccupante comunque, non si sono registrate repliche successive di una magnitudo importante. Se vuoi saperne di più sull’entità di questi terremoti, continua a leggere.

Le ultime sulle scosse di terremoto in Italia

Le scosse di terremoto registrate dall’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia sono: una di magnitudo 2.3 in Sicilia alle ore 8:26 di mercoledì 24 marzo 2021. Epicentro a Santa Venerina, in provincia di Catania, ipocentro profondo 8 chilometri. Non sono state registrate repliche successive di magnitudo pari o superiore al secondo grado della scala Richter di rilevazione sismica.
Nello stesso giorno alle 13:43 doppia scossa magnitudo 2.3 e 2.4 a Monchio delle Corti, in provincia di Parma, con ipocentro ad 11 e 12 km di profondità. Alle ore 18.16 sisma di magnitudo 2.4 al largo della Costa Siciliana Nord Orientale (Messina), ipocentro profondo 115 chilometri. Nella serata invece, alle 22:03, scossa di magnitudo 2.5 a Capovalle, in provincia di Brescia, con ipocentro a 7 km di profondità. A seguire, alle 23:30, un sisma di magnitudo 2.4 è stato registrato a Zapponeta, in provincia di Foggia, con ipocentro a 12 km. Inoltre alle ore 10.34 del 23 marzo l’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia ha registrato una scossa di terremoto di magnitudo 2.5 sempre in Sicilia. L’Epicentro a Novara di Sicilia, in provincia di Messina, ipocentro profondo 9 chilometri. Evento localizzato a 3 km da Novara di Sicilia, 6 km da Tripi e Fondachelli-Fantina, 8 km da Basicò e Montalbano Elicona.

I comuni interessati dal sisma di Santa Venerina

Un boato e il terremoto, ha tremato mezza Sicilia

Il terremoto si è verificato a 3 km da Santa Venerina e Zafferana Etnea, ma anche a 6 km da Milo, 7 km da Trecastagni, Viagrande e Aci Sant’Antonio, 8 km da Acireale, Aci Catena, Pedara e Aci Bonaccorsi, 9 km da Sant’Alfio e Giarre, 10 km da Valverde, Nicolosi,

Riposto e San Giovanni la Punta, 11 km da Tremestieri Etneo, 12 km da San Gregorio di Catania, Mascali e Mascalucia, 19 km a nord di Catania, 67 km a sud ovest di Reggio Calabria.

E voi avete sentito tremare la terra?


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Condivisioni