Le pensioni di aprile saranno anticipate! Ma come ritirarle?

Gli aiuti del Governo durante questa pandemia globale, continuano ad arrivare.

Seppur scaglionati, con mille difficoltà, o legati a complicate vicende burocratici, gli aiuti del Governo sono tangibili e sostanziali.

In questo articolo, vi andremmo a esporre la modalità della pensione anticipata, la mossa dello Stato per aiutare le persone in difficoltà inviandogli la corrispettiva pensione con un mese di anticipo.

Non sarà molto, questo è certo. Ma sono questi piccoli gesti che possono farci capire che il Governo è dalla nostra parte.

Tenteremo anche di sviscerare il decreto, capendo come ritirare la pensione anticipata, chi può farlo, e le differenze tra le modalità di ritiro dei soldi presso gli ATM Postamat oppure presso lo sportello direttamente alle Poste.

Pensioni anticipate in arrivo

L’ultima mossa del Governo fa riferimento proprio alle pensioni anticipate. Chi ha diritto alla pensione, potrà trovarsela accreditata sul proprio conto corrente già dal 26 marzo. 

Dunque, il corrispettivo pensionistico di aprile verrà accreditato tra qualche giorno.

La questione più importante del decreto, è la differenza tra le modalità di ritiro della suddetta pensione.

Infatti, chi utilizza i servizi mobile banking delle Poste Italiane, o che abbia la possibilità di ritirare i soldi dallo sportello ATM, può tranquillamente procedere con il ritiro presso gli sportelli, munendosi di carta.

Il discorso si fa più segmentatoinvece, per tutte quelle persone che non hanno questa possibilità.

Si procederà, infatti, con una turnazione alfabetica per il ritiro della pensione.

Ecco l’ordine alfabetico per ritirare le pensioni

Come già detto, gli aventi diritti alla pensione, potranno ricevere l’accredito che gli spetta del mese di aprile, già tra qualche giorno.

Se non avete dei conti corrente, o se non avete la possibilità di ritirare i soldi presso gli sportelli Postamat, le Poste Italiane hanno diramato una turnazione alfabetica.

Vediamo come funziona:

Si partirà venerdì 26 marzo con i cognomi dalla A alla B.

Sabato mattina 27 marzo sarà il turno dei cognomi dalla C alla D; lunedì 29 marzo sarà invece la volta dei cognomi dalla E alla K; martedì 30 marzo potranno ritirare la pensione coloro che hanno un cognome che inizia con le lettere che vanno dalla L alla O; il 31 marzo sarà il turno dei cognomi dalla P alla R e infine, giovedì 1 aprile, potranno recarsi alle poste coloro con i cognomi dalla S alla Z.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Condivisioni