Maria De Filippi nella bufera: un dettaglio a “C’è Posta per Te” non è sfuggito a nessuno

Per il 21esimo anno consecutivo, Maria De Filippi è tornata a raccontare storie su Canale5.

C’è Posta per Te è uno dei programmi di punta delle reti Mediaset.

E, come sempre, la condottiera rimane Maria De Filippi…

La Regina di Canale 5.

Maria De Filippi però, purtroppo, ma questa possiamo dire anche a ragione, è stata bersagliata dal popolo dei social.

Ai telespettatori (praticamente tutti) non è sfuggito un grande dettaglio presente nello studio e di tutti i partecipanti alla trasmissione.

E questo dettaglio è anche piuttosto grave.

Infatti, in tutto lo studio e per tutta la durata della puntata, non sono state rispettate le norme anti coronavirus.

Maria De Filippi, scoppia la bufera a C’è Posta per Te

C’è Posta per Te è ritornato, per un altro anno (il 21esimo consecutivo) e come sempre ha risvegliato la passione di tutti i fan più fedeli.

Tra l’altro, per questa puntata di apertura, erano state previste molte sorprese che sono state poi rispettate.

Come la presenza di due Vip amati dal pubblico, come Sabrina Ferilli e Luca Argentero.

Toccante la presenza di Sabrina Ferilli, che ha fatto visita a una coppia di coniugi in pesante difficoltà economica.

Non sono mancate, quindi, risate, emozioni e lacrime.

Ma sui social è scoppiata subito una polemica molto accesa riguardo la totale assenza di norme anti coronavirus in studio.

Niente distanziamento, Maria De Filippi è nei guai?

Il pubblico in studio era separato a gruppi da vetrine di plexiglass. Dunque, le persone tra una vetrina e l’altra, non erano di certo a un metro di distanza, anzi, ma molto vicine tra di loro.

Inoltre, gli ospiti in studio, così come i protagonisti delle storie, si sono scambiati baci e abbracci come se niente fosse.

Il Covid-19 ha paura di Maria De Filippi”, tra i commenti più ironici sui social.

Ma non sono mancate anche le frecciate piccanti, che chiedono a questo punto, di far riaprire anche bar e ristoranti se basta solo una vetrina di plexiglass a evitare la diffusione del virus.

Ricordiamo che le puntate di questa edizione sono state registrate tra settembre e ottobre 2020, in piena seconda ondata dunque.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Condivisioni