Natale, stretta sui controlli nelle abitazioni e nelle strada

Come anticipato dal nuovo DPCM, l’Italia si appresta a divenire tutta zona rossa.

Gli italiani l’hanno saputo nella conferenza stampa del Premier Giuseppe Conte, che ha annunciato le nuove norme restrittive per le festività di Natale e Capodanno, fino all’Epifania.

Come tutti sapete, l’Italia sarà tutta zona rossa nei festivi e pre-festivi, mentre sarà zona arancione tutti gli altri giorni compresi dal 24 dicembre 2020 al 6 gennaio 2021.

Gli italiani, preso atto di tali manovre, hanno iniziato a organizzarsi le feste.

Pranzi, cenoni, coprifuoco, e Capodanno. Sono queste le carte sul tavolo di milioni di italiani.

Ma bisognerà stare attenti a non violare le norme imposte.

Infatti, come spiega il Capo della Polizia, aumenteranno esponenzialmente i controlli nelle case e nelle strade durante le festività.

Italia zona rossa, la Polizia ha aumentato i controlli

A quanto si apprende dalle note rilasciate dai commissari e dalla Polizia, ci sarà un aumento esponenziale dei controlli su tutto il suolo italiano.

Lo stesso Conte ha ribadito in conferenza stampa che “l’Italia è un paese social-democratico. Non abbiamo nessun diritto di irrompere nelle case degli italiani violando la loro privacy. Ma è indubbio che sarà possibile qualora vi sia il sospetto di un reato all’interno dell’abitazione”.

Dunque, bisognerà davvero stare attenti ai nostri movimenti.

In primis, perché le misure restrittive del Governo sono state studiate per prevenire la diffusione di contagi da coronavirus, ed è nostro dovere rispettarle.

Inoltre, perché le forze dell’ordine stanno attuando un piano massivo per assicurare l’ordine e l’applicazione di tali norme.

Controlli nelle case e per strada: ecco il piano della Polizia

La Polizia ha già studiato un piano per prevenire gli assembramenti non consentiti dentro le abitazioni degli italiani.

In particolare, durante le giornate di Natale e Capodanno.

“Abbiamo disposto un piano massivo in cui saranno inclusi tanti uomini delle forza dell’ordine. Saremo pronti a rispondere a ogni denuncia di vicini e dirimpettai sui sospetti di assembramenti nelle abitazioni vicine”.

Inoltre, saranno osservati anche l’affluenza delle automobili nei pressi delle abitazioni e le stazioni nelle grandi città.

“I nostri uomini lavoreranno sodo per essere presenti in tutte le strade. Qualora dovessimo notare un’affluenza sospetta nei pressi di una stessa abitazione, potremmo intervenire. Faremo dei controlli ai passanti e alle macchine, e soprattutto cercheremo di effettuare una stretta sui partenti per le altre regioni”.

Infatti, come spiega il Capo della Polizia, la stazione Termini di Roma è già stata assediata dalle forze dell’ordine.

I controlli saranno effettuati passeggero per passeggero, che dovranno necessariamente munirsi di autocertificazione.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Condivisioni