Nuova idea di Speranza

Coronavirus, vaccini anche in farmacia?  

La proposta: Vaccini in farmacia

Covid-19 vaccini anche in farmacia, è questa la proposta per aumentare il numero di vaccinati nel più breve tempo possibile.

Il governo è al lavoro per potenziare la campagna ed aumentare il numero di vaccinazioni e velocizzare il processo di immunizzazione.

L’idea del ministro della salute Roberto Speranza è quella di includere la categoria dei farmacisti, così da far fronte alla carenza di personale ospedaliero.

l’idea di Speranza

La necessità di includere i farmacisti tra i somministratori, sembra essere l’unica via percorribile per immunizzare la maggior parte della popolazione, che trova troppo complicato l’attuale processo di prenotazione dei vaccini.

I farmacisti in Italia sono 73 mila, e potrebbero ricoprire il ruolo dopo un breve corso, in modo da potenziare la campagna vaccinale. L’idea di Speranza è quella di sfruttare i gazebo già utilizzati in molte farmacie per i tamponi anche per somministrare i vaccini.

Inoltre, vorrebbe coinvolgere i medici di famiglia, gli specializzandi, gli odontoiatri, e i pediatri.

Federfarma si è mostrata favorevole all’ipotesi con questa nota:

in una fase in cui la priorità è incrementare rapidamente la copertura vaccinale, la rete delle farmacie rappresenta una risorsa immediatamente disponibile per raggiungere l’obiettivo

Anche Marco Cossolo, presidente di Federfarma ha commentato la nota:

“Ringraziamo il ministro Speranza per aver riconosciuto l’importanza della farmacia come presidio sanitario di prossimità, fin dall’inizio della pandemia. Siamo pronti a definire i termini e le modalità generali di carattere operativo per un’efficace campagna di vaccinazione in farmacia


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Condivisioni