Reddito di cittadinanza e Mario Draghi: cosa cambia?

Come possiamo vedere questi sono momenti cruciale per quanto riguarda la situazione politica Italiana. Il quadro ormai si sta delineando: dopo la caduta del governo Conte Bis, grazie a Matteo Renzi che ha staccato la spina dell’esecutivo, l’incarico è stato conferito dal Presidente della Repubblica Mattarella a Mario Draghi.

Capiamo innanzitutto chi è.

Chi è Mario Draghi

Mario Draghi nasce a Roma il 3 Settembre del 1947, è un economista, accademico, banchiere e dirigente pubblico Italiano.

Si forma presso l’Università degli studi La Sapienza di Roma per poi specializzarsi al MIT di Cambridge, già professore universitario, negli anni novanta diventa alto funzionario del Ministero del tesoro. Dopo un breve passaggio in Goldman Sachs,  nel 2005 viene nominato governatore della banca d’Italia, prendendo il posto di Antonio Fazio, divenendo così mwmbro del Financial Stability.

Dal 2011 al 2019 ha ricoperto la carica di Presidente della banca centrale europea, durante la crisi del debito sovrano europeo, ambito in cui è diventata nota la sua frase del 2012 “whatever it takes!”.

Governo Draghi e reddito di cittadinanza

Per quanto riguarda la politica economica di Mario Draghi in questo nuovo esecutivo possiamo dire con estrema certezza che la linea da seguire, è stato dichiarato, sarà quella di meno tasse e più sussidi. Inoltre si andrà a strutturare un nuovo piano per il Recovery Plan destinato all’Italia da parte dell’Unione Europea come risarcimento dei danni subiti dalla pandemia.

Relativamente alla pandemia, infatti, Draghi si allontana da ogni ortodossia ordoliberista, delineando un programma di governo fatto di spesa pubblica, intervento statale nell’economia e sussidi a famiglie e imprese.

Per quanto riguarda il Reddito di cittadinanza invece:

“La questione fondamentale non è se, ma in che modo lo Stato possa fare buon uso del suo bilancio”

La priorità, infatti, non deve essere solo fornire un reddito di base a chi perde il lavoro – spiega Draghi – ma si devono innanzitutto proteggere le persone dal rischio di perdere il lavoro”.

Staremo a vedere gli esiti di questa nuova strada. Di sicurò la figura di Mario Draghi è di alto profilo. Speriamo che faccia gli interessi dell’Italia!

RICEVI IL TUO REDDITO DI EMERGENZA – 780€ al MESE

Inserisci i dati e ricevi ora!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Condivisioni