Tragedia al sud-Italia

Terribile tragedia a Palermo, morte due ragazze

Drammatico incidente

Terribile tragedia a Palermo, dove si è verificato un drammatico incidente che ha portato alla morte di due giovani ragazze di 20 anni e 21 anni, ed al ferimento di almeno 15 persone.

Nell’incidente sono state coinvolti un minivan Opel Vivaro adibito al trasporto passeggeri, uno scooter Yamaha Majesty 400 e una Fiat Panda.

Vedendo il video dell’incidente, si può notare che si sono scontrati mentre percorrevano il sottopasso all’altezza di piazza Einstein in direzione Villabate. La vettura, nell’impatto, si è capovolta. A bordo viaggiavano due ragazze, una purtroppo ha perso la vita. L’altra invece è stata rianimata sul posto e poco dopo essere stata trasportata in ospedale, ha perso la vita. Almeno altri quattro sono in codice rosso. Sul posto la polizia, i vigili del fuoco e diversi mezzi di soccorso, hanno tentato di fare il possibile per salvare la vita delle ragazze, ma sono riusciti a salvare solamente il passeggero 17 enne in macchina con le due giovani.

Alcuni automobilisti hanno allertato i soccorsi, l’impatto come si può notare dal video che in queste ore circola in rete, è stato tremendo.

Le dinamiche dell’incidente

La Fiat Panda si è ribaltata completamente finendo sullo spartitraffico. A bordo dell’auto si trovavano le due ragazze decedute.

La 21 enne Chiara Zaim ha perso la vita sul colpo, invece la 20 enne Alessia Bommarito è stata trasportata in gravissime condizioni presso l’ospedale Civico di Palermo, ma purtroppo per lei non c’è stato nulla da fare.

Sul sedile anteriore della vettura, c’era anche un ragazzo 17 enne. Il giovane è stato trasportato in codice rosso presso l’ospedale Villa Sofia di Palermo.

Alcuni dei 15 feriti, risultano attualmente in gravi condizioni.

Il terribile incidente si è consumato davanti a molti testimoni, che hanno riferito alle forze dell’ordine i dettagli dell’incidente.

 

 

RICEVI IL TUO REDDITO DI EMERGENZA – 780€ al MESE

Inserisci i dati e ricevi ora!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Condivisioni