Carte Prepagate Postepay: Quali Sono e Come Funzionano

carte prepagate postepay

Curioso di conoscere qualche informazione in più sulle carte prepagate Postepay?

Postepay, la carta prepagata di Poste Italiane è una delle più utilizzate dagli italiani per completare gli acquisti sia online che da esercenti che permettono il pagamento via bancomat.

Infatti, grazie al grandissimo piano di marketing dell’azienda che ha fornito tantissime offerte diversificate dedicate ai propri clienti, ormai Postepay è diventata una delle carte di pagamento con il maggior numero di operazioni concluse.

Vediamo ora come funzionano le carte prepagate Poste Italiane, quali sono e come fare per richiederne una.

Quello che devi sapere sulle carte prepagate di Poste Italiane

Le Postepay sono tra le carte prepagate più utilizzate in assoluto. Capire quali sono le tipologie di carte e il loro funzionamento è fondamentale per poter scegliere quella migliore per te. Se vuoi saperne di più, continua nella lettura: ti spiegheremo tutto quello che devi sapere sulle carte prepagate Postepay.

Tipologie di Carte prepagate postali

Le tipologie di carta postepay più importanti che si possono acquistare negli uffici postali sono:

  • Postepay Standard, la prima lanciata sul mercato che ha il costo di 10 euro per l’attivazione più una ricarica di almeno 5 euro;
  • Postepay Evolution, la carta che ha anche un IBAN associato per ricevere ed effettuare bonifici. Il costo di mantenimento è di 12 euro, quello per l’attivazione è di 5 euro ai quali si deve aggiungere una ricarica minima di 15 euro;
  • Postepay Connect, è l’innovativa soluzione di Poste che unisce in un unico servizio la Postepay Evolution e la Sim mobile di Poste. Il canone annuo è di 70 euro, mentre non è previsto nessun costo di attivazione;
  • Postepay Junior, è la Postepay dedicata ai minorenni. Simile alla Postepay Standard, è necessario che un genitore sia presente durante la richiesta in ufficio postale;
  • Postepay Lunch, è la carta prepagata dedicata ai dipendenti di Poste Italiane, sulla quale vengono caricati i buoni pasto.

Esistono in commercio anche ulteriori tipologie di carte dedicate ad aziende, tuttavia quelle citate sono le più conosciute e le più utilizzate per i clienti privati.

Come aprire Postepay

Per richiedere una carta Postepay, il cliente deve semplicemente recarsi in una qualsiasi Posta e, dopo aver atteso il proprio turno allo sportello, chiedere all’impiegato di avere la necessità di acquistare una Postepay.

È bene conoscere già la tipologia di carta che si vuole acquistare, in modo da avere già tutto pronto e non perdere tempo con l’addetto postale che a volte potrebbe dare indicazioni fuorvianti. È necessario presentare allo sportello:

  • Il tuo documento d’identità
  • Il tuo codice fiscale
  • Il modulo di richiesta carta prepagata Postepay da compilare

La carta sarà consegnata direttamente in ufficio, con relativo PIN per i prelievi e pagamenti.

Registrazione sito Poste Italiane

Molto utile è la registrazione al portale di Poste, per poter gestire online la propria carta.

Per creare un account di Poste basta aprire il sito ufficiale dell’azienda e scegliere la voce Area Personale e quindi Registrati. Nel form di registrazione i dati da inserire sono:

  • Nome e cognome
  • Codice fiscale
  • Numero di cellulare

Il numero di cellulare servirà per ricevere un codice da inserire per confermare l’account tramite un numero verificato di cellulare. Inoltre una volta che la registrazione è completata, qualsiasi servizio di Poste Italiane intestato allo stesso codice fiscale di quello registrato, sarà visualizzato nel proprio account. Ciò significa che, se la Postepay è intestata allo stesso codice fiscale dell’account creato, sarà associata automaticamente ad esso.

Come fare una ricarica Postepay

La ricarica Postepay può essere fatta attraverso molteplici modalità. Quello più semplice è eseguire la ricarica versando il denaro tramite uno sportello postale o una ricevitoria Sisal. Esistono comunque ulteriori metodi come la ricarica online che prevede il versamento di soldi tramite un proprio conto corrente BancoPosta.

Anche tramite Paypal è possibile passare dei soldi alla Postepay. I metodi sono davvero tantissimi, è possibile consultare questo articolo di approfondimento sulle ricariche Postepay per maggiori dettagli e conoscere tutte le info delle varie modalità.

La ricarica di una carta Postepay ha un costo che varia a seconda del servizio scelto: attraverso i canali delle Poste (BancoPosta, uffici postali) la commissione è di 1 euro, in ricevitorie e tabaccherie il costo è di 2 euro, mentre da Paypal non viene pagata nessuna commissione.

Come pagare con Postepay

Pagare con Postepay è davvero semplicissimo. Per quanto riguarda gli acquisti online è necessario semplicemente digitare le 16 cifre della carta e quindi, quando viene richiesto, il codice CVV2 di 3 cifre presente sul retro della Postepay.

Per gli acquisti da esercenti VISA o Mastercard, il pagamento tramite Postepay avviene tramite il passaggio della carta nel POS e la digitazione del codice pin di 5 cifre per confermare la transazione.

Per importi inferiori a 25 euro è possibile usufruire della tecnologia contactless che consiste nella conferma di pagamento senza digitare il codice PIN ma semplicemente avvicinando la carta al lettore POS abilitato a tale tipologia di pagamento.

App Postepay

Poste Italiane ha sviluppato un’applicazione per smartphone dedicata proprio alle carte prepagate Postepay. Grazie all’app è possibile:

  • Visualizzare il saldo
  • Inviare soldi ad altre carte prepagate Postepay
  • Visualizzare lista movimenti
  • Ricaricare la Postepay

Chi possiede una carta prepagata delle Poste trarrà sicuramente beneficio da quest’applicazione per la gestione online in qualsiasi momento della propria Postepay. Per effettuare il login all’app è necessario disporre di un account Poste Italiane abilitato.

SCARICA L’EBOOK DEFINITIVO PER RISPARMIARE OLTRE 3000€ L’ANNO

Inserisci nome ed email e scarica subito l'ebook

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condivisioni