Coronavirus, ecco i sintomi spia per riconoscerlo subito

Sono giorni importanti per l’Italia nella lotta al coronavirus.

La situazione attuale vede un Paese in ginocchio davanti a una crisi globale, che sta toccando praticamente tutto il globo.

Nel nostro piccolo, noi cittadini stiamo rispettando le norme per contrastarlo.

Lo Stato, emana decreti e normativi.

I medici, studiano e analizzano il fenomeno.

E sono proprio questi ultimi, oltre a salvare tante vite e organizzare gli ospedali, che stanno facendo importanti scoperte sul coronavirus.

In particolare, su quali siano i cosiddetti sintomi spia.

Coronavirus, quali sono i sintomi spia?

Innanzitutto spieghiamo cosa sono i sintomi spia associati al coronavirus.

Con sintomo spia si intende il sopraggiungere di alterazioni dello status fisico dell’individuo che potrebbero avvertirci del coronavirus in circolo nel suo corpo.

In pratica, grazie a uno di questi accorgimenti, potremmo capire se l’individuo che ci troviamo di fronte abbia una forte possibilità di aver contratto il coronavirus.

Lo studio è stato condotto negli Stati Uniti, con l’aiuto di pazienti e medici cinesi.

Dopo aver studiato un numero sufficiente di casi, sono stati scoperti i seguenti sintomi spia.

Mal di stomaco

Il mal di stomaco è uno dei sintomi che si verifica per primo nei contagiati.

Infatti, lo studio ha espresso che quasi il 50% dei pazienti con il coronavirus ha manifestato come primo sintomo il mal di stomaco.

Ma non solo: anche diarrea, vomito, e tutti altri problemi di natura gastro-intestinale.

Occhi arrossati

Ebbene sì, anche gli occhi arrossati possono essere un sintomo spia.

I medici non possono assicurare che gli occhi arrossati rendano automaticamente l’individuo positivo. Ma di certo, c’è una percentuale di possibilità in più rispetto a chi non li ha.

Lo studio ci fa intendere che l’occhio arrossato sintomo da coronavirus è simile a quando si ha l’allergia. Bisogna stare molto attenti, perché sembra che il coronavirus possa trasmettersi anche con le lacrime.

Mente annebbiata e stanchezza

Secondo le testimonianze di alcuni pazienti infetti da coronavirus, un altro sintomo manifestatosi con potenza è proprio la stanchezza. O meglio, la mente annebbiata.

Stando ai racconti dei pazienti, si prova un forte senso di nausea e di mancamento, proprio come negli attimi prima di uno svenimento.

In molti hanno raccontato anche come la perdita di memoria, conseguenza della stanchezza, sia stata forte e ben percepibile durante il loro status di positività.

Conclusioni

I medici premono nel ricordare come questi sintomi spia siano soltanto dei campanelli di allarme. E che non costituiscono assolutamente nessuna certezza, né sulla positività né sulla eventuale negatività dell’individuo che ci troviamo di fronte.

Certo è che se più di uno di questi sintomi spia si manifesta (magari insieme a febbre e/o influenza), allora le probabilità aumentano ancor di più.

E, in quei casi, l’assoluto consiglio è di evitare assembramenti, rimanere a casa, e sottoporsi a tamponi di controllo.

 

RICEVI IL TUO REDDITO DI EMERGENZA – 780€ al MESE

Inserisci i dati e ricevi ora!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condivisioni