Matteo Bassetti la brutta notizia

Matteo Bassetti, la brutta notizia di poco fà

Legge contro i no vax

Matteo Bassetti direttore del reparto malattie infettive dell’ospedale San Martino di Genova, è stato ospite a domenica live condotto da Barbara D’urso.

Durante la trasmissione, ha sferrato un durissimo attacco contro i no-vax. Matteo Bassetti non ha mai nascosto la sua avversione contro i no vax, e soprattutto contro chi posta sui social senza avere effettivamente conoscenze in merito.

Uno degli episodi più brutti è accaduto sabato a Brescia, quando una tensostruttura di Via Morelli, adibita a centro vaccinale, è stata bersagliata dal lancio di bottiglie incendiarie.

L’attentato incendiario

 

Sono state lanciate bottiglie incendiarie lanciate contro la struttura che ospita il centro vaccinale anti-Covid e il centro tamponi di via Morelli, a Brescia.

Una delle tensostrutture è stata parzialmente danneggiata dalle fiamme. Le bottiglie incendiarie sarebbero state due, ma solo una ha colpito una struttura del centro. L’altra sarebbe invece finita a terra senza provocare danni. Non si sono registrati feriti, ma solo danni a cose.

A essere danneggiata è stata una delle tensostrutture che ospita una sala mensa per gli operatori e che non conteneva materiale sanitario.

Attilio Fontana, presidente della regione Lombardia scrive su Facebook:

“Attacco ignobile. Una bottiglia incendiaria è stata lanciata all’alba contro il centro vaccinale di via Morelli a Brescia. Fortunatamente non si registrano feriti e, non trovando nulla di infiammabile, l’incendio non si è propagato. Il centro è stato realizzato con i fondi della generosità bresciana, grazie all’iniziativa Aiutiamo Brescia avviata nel corso della prima ondata del Covid. Le forze dell’ordine stanno ricostruire quanto accaduto attraverso le telecamere di sicurezza per identificare i responsabili di questo gesto assurdo e malavitoso

Il sindaco di Brescia Emilio Del Bono fa eco alle parole di Attilio Fontana:

Un gesto sconcertante, incomprensibile e inaccettabile. Per ora non ci sono rivendicazioni e pare si sia trattato dell’azione di un singolo, resta però la gravità di un atto riprovevole, che ha colpito una struttura che si occupa di vaccini e tamponi, gestita dalla Protezione civile e dagli alpini, su suolo comunale“, continua. “Attendiamo che le indagini facciano il loro corso per stabilire l’esatta dinamica dei fatti e individuare i responsabili, fortunatamente i danni sono stati limitati e non hanno compromesso l’attività del centro, che già da questa mattina è ripresa normalmente

RICEVI IL TUO REDDITO DI EMERGENZA – 780€ al MESE

Inserisci i dati e ricevi ora!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condivisioni