Morti dopo il vaccino: c’è correlazione?

La questione vaccini non accenna a terminare nel nostro Paese. Anzi, praticamente ormai è incessante in tutto il mondo.

Con milioni e milioni di persone che hanno ricevuto il vaccino, ne sono uscite alcune che hanno accusato gravi malesseri o che, addirittura, sono andate incontro alla morte.

Le domande principali degli italiani e degli abitanti del mondo sono semplici: i vaccini fanno bene, o sono nocivi? Queste morti post vaccino, sono legate alla casa di produzione dello stesso?

Su queste domande, sta cercando di far luce anche l’Organizzazione Mondiale della Sanità, oltre che tutti gli organi accessori e di supporto dei vari Stati.

Ma a oggi, l’unica cosa che sappiamo, è che moltissime persone iniziano a dubitare dei vaccini, e iniziano ad aver addirittura paura.

Morto dopo vaccino AstraZeneca

Astra Zeneca, Pfizer, Moderna, BionTech… Insomma, negli ultimi mesi stiamo diventando tutti un po’ esperti di case di produzione farmaceutiche.

Questo a nostro malgrado, perché certamente avremmo avuto una salute mentale migliore se non fossimo stati catapultati in questo gossip riguardo i vaccini.

Di certo, però, quando si tratta di morti, il gossip non centra niente. Ma è importante solo fare luce sulle cause e sulle vicende intorno.

Sale ancora il numero dei morti dopo il vaccino AstraZeneca, e anche questa volta è un nostro connazionale.

Docente muore dopo vaccino, c’è un nesso?

Ha lasciato sgomento nella famiglia e nella comunità tutta, la notizia della morte di un docente di Bologna.

Stiamo parlando di Giuseppe Morabito, 61 anni, docente deceduto dopo 10 giorni dalla somministrazione del vaccino.

La famiglia e tutti noi ci chiediamo: c’è un nesso tra la morte e il vaccino?

I procuratori generali e i medici per ora ci vanno piano:

“I consulenti tecnici hanno comunicato l’insussistenza di evidenze di una correlazione fisiopatologica causale tra il decesso e la somministrazione del vaccino”.

Ma l’uomo aveva contratto il coronavirus negli ultimi giorni prima della sua morte.

Di certo, le autorità competenti staranno indagando su questo caso, e di quelli purtroppo simili accaduti.

 

RICEVI IL TUO REDDITO DI EMERGENZA – 780€ al MESE

Inserisci i dati e ricevi ora!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Condivisioni