Notizia incredibile: Svelato il nuovo lavoro di Conte


Il capo del governo uscente è professore ordinario di diritto privato presso il Dipartimento di Scienze giuridiche. In teoria potrebbe tornare a insegnare già dal 22 febbraio, inizio del secondo semestre dell’anno accademico.

Figlio del segretario comunale Nicola Conte, originario del comune foggiano di Cerignola, e dell’insegnante elementare volturarese Lillina Roberti, si stabilì ben presto con la famiglia dapprima a Candela e, successivamente, a San Giovanni Rotondo, seguendo i trasferimenti lavorativi del padre. Si è diplomato al Liceo classico “Pietro Giannone” di San Marco in Lamis.[9]

Si è laureato con lode nel 1988 in giurisprudenza presso l’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”, per intraprendere quindi la carriera di avvocato civilista. Da studente, Giuseppe Conte ha frequentato il collegio universitario Villa Nazareth.Nel 1992 è stato docente invitato (visiting scholar) presso l’Università Yale negli Stati Uniti.

Dal 1992 al 1993 è stato borsista presso il CNR.

Il professore Giuseppe Conte ha portato il suo contributo al servizio del Paese e lo ha fatto con grande competenza e con una precisa statura morale – le parole del rettore – ha svolto il suo compito di presidente del Consiglio al meglio, come gli ha sempre richiesto l’alto ruolo ricoperto

In più, l’incarico di presidente del Consiglio dei ministri svolto da Conte, ha dato “sicuramente lustro alla nostra Università e ha rappresentato un elemento di orgoglio per l’Ateneo. La nostra università ha avuto ed ha docenti in ruoli importanti della vita pubblica, contribuire al funzionamento delle massime istituzioni repubblicane con i nostri docenti è ovviamente motivo di lustro e di orgoglio e lo è stato anche nel caso del professor Conte”.

Luigi Dei dice la sua anche su Mario Draghi:

“Indubbiamente rappresenta una personalità assolutamente autorevole, forse la più autorevole per affrontare l’emergenza socio-economica in atto. Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha fatto la scelta più autorevole sia dal punto di vista nazionale e soprattutto internazionale. Il nome di Draghi è una garanzia di altissimo profilo. Che poi riesca ad avere i numeri per governare, questo è un aspetto che attiene alle dinamiche politico-governative”


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Condivisioni