Nuovo ceppo coronavirus, ecco i nuovi blocchi dell’Italia

Il nuovo ceppo del virus Covid-19 inizia a far preoccupare il mondo intero.

La notizia, seppur di poche ore fa, era stata già acclamata dai Governi addirittura da Ottobre.

Gli Stati avevano ricevuto comunicazione della mutazione genetica del ceppo del coronavirus, che avrebbe cambiato la sua forma, le sue attitudini, così come anche la sua carica virale.

Nel frattempo, i vari Governi del mondo si erano messi all’opera per cercare di contrare il nuovo ceppo prima che si fosse diffusa.

Purtroppo, è stato troppo tardi.

Il nuovo ceppo del coronavirus che viene dall’Inghilterra si è già diffuso in diversi Paesi del mondo.

L’allarme è ricominciato.

Per questo, il Governo italiano ha stanziato nuove riforme e nuovi blocchi.

Nuovo ceppo coronavirus, ecco la mossa dell’Italia

Il nuovo ceppo del coronavirus ha origine in Inghilterra, più precisamente nel popoloso settore del Sud-Est.

Sin da questa zona britannica, il nuovo coronavirus si è rapidamente diffuso in altri Paesi del mondo.

Australia, Danimarca, Olanda. Nazioni così lontane, ma che hanno subito dato riscontro dei primi casi positivi a questo nuovo coronavirus.

Ma anche l’Italia. Sembra che sia stato ufficializzata la presenza di un italiano rientrato dall’Inghilterra, positivo al nuovo coronavirus.

Per questo, il Governo ho emesso subito un importante blocco dei voli in direzione dell’Inghilterra e partenti dalla stessa isola britannica.

Nuovo coronavirus, Speranza: “è più contagioso del 70%”

I virus cambiano, mutano, per poter resistere alle difese dell’individuo.

E il coronavirus non fa eccezione.

Il coronavirus è mutato, e ora tutti ci chiediamo se sia più letale, più contagioso, e se il vaccino possa ancor funzionare.

Secondo il Ministro Speranza, il nuovo coronavirus non è più letale di quello a cui siamo, tristemente, abituati.

Possiede però una carica virale “maggiore del 70%, il che significa sarà più facile contagiarsi”. 

Al contempo, il Ministro cerca di tranquillizzare gli italiani sul fronte dei vaccini.

“Dai primi riscontri, sembra che il vaccino sia efficace anche su questa nuova variante del coronavirus. Attendiamo però notizie dalla scienza più sicure, per poter procedere con serenità. Dal 27 dicembre anche l’Italia inizierà con la somministrazione dei vaccini. In primis, verranno vaccinati il personale ospedaliero e gli anziani nelle RSA, poi il resto degli anziani, gli insegnati, e infine la popolazione a tappeto“.

RICEVI IL TUO REDDITO DI EMERGENZA – 780€ al MESE

Inserisci i dati e ricevi ora!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Condivisioni