Valerio Scanu, l’annuncio in diretta: “è intubato, fa fatica a respirare”

Una notizia terribile per Valerio Scanu.

L’amato cantautore italiano, fresco di numerosi successi anche in ambito internazionale, ha raccontato il dolore che sta covando, insieme alla sua famiglia, in questi ultimi giorni.

Purtroppo, il riferimento è sempre verso il terribile coronavirus.

L’ombra del contagio assale tutti gli italiani, ma anche tutti gli altri cittadini del mondo.

Le condizioni del papà di Valerio Scanu sono davvero molto gravi.

Lo ha raccontato lo stesso cantante a Storie Italiane, talk show della Rai.

Valerio Scanu non è riuscito a trattenere le lacrime, e con un nodo alla gola ha spiegato le condizioni di suo papà, affetto gravemente dal contagio per coronavirus.

Valerio Scanu, suo padre sta molto male: ha il coronavirus

Valerio Scanu, con un nodo alla gola, si è fatto coraggio e ha raccontato il dolore che attanaglia la sua famiglia in questi giorni.

Suo papà ha il coronavirus. E lo stesso virus ha intaccato gravemente il sistema respiratorio del padre.

Sono condizioni difficili per molti italiani, e Valerio Scanu non fa eccezione.

L’impossibilità di entrare in contatto con il padre, la lontananza che li separa, e le fragili condizioni del papà, sono tra i motivi principali di questo enorme dolore.

Valerio Scanu, infatti, si trova a Roma, mentre il resto della famiglia è residente in Sardegna, regione loro originaria.

Valerio Scanu, il racconto sul padre

Fa difficoltà a parlare Valerio Scanu, che racconta suo padre.

Ricoverato da 11 giorni, presenta difficoltà nella respirazione e i polmoni non stanno svolgendo il loro solito lavoro.

Il papà è arrivato in ospedale con le sue gambe, ma poco tempo dopo ha cominciato a perdere i sensi e a sentirsi debole.

Ora si trova intubato nell’ospedale sardo, senza possibilità di contatto con il resto della famiglia.

“I dottori mi hanno raccontato come papà fosse attivo e vigile appena arrivato. Lui è una persona molto gentile e altruista. Oggi, però, non sappiamo niente di più. Il dolore è lancinante, e la lontananza si fa sentire”

 

RICEVI IL TUO REDDITO DI EMERGENZA – 780€ al MESE

Inserisci i dati e ricevi ora!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condivisioni